AMICO STRANIERO
 




 


 

Amico straniero, vieni da terre lontane

dove hai lasciato la tua casa e il tuo cuore,

ma non i tuoi ricordi d’amore.

Sai già che non potrai nutrirti abbastanza

e che incontrerai persone

che non vorranno sapere neanche il tuo nome

anche se passandoti accanto

scruteranno ciò che vendi

sul tuo banchetto di cartone.

Passeranno i mesi e le stagioni

e giorni da celebrare con solennità,

arriveranno anche per te Amico straniero…

Non riceverai regali, né una canzone, né una preghiera

e dal tuo giaciglio di fortuna

guarderai le luci accese nelle case.

Mi avvicino ai vetri della mia finestra,

ti guardo e ti mando un pensiero…

Auguri a te amico straniero

che devi mendicare anche un sorriso…

Aspetti paziente qualcuno che passandoti accanto

ti dia qualche moneta

e magari ti porga un saluto.

Mi sento misera e in pena per te che sei così solo

perché so

che quelle poche monete

che scivoleranno da mani distratte

nelle tue mani, saranno soltanto brandelli d’amore,

sarà un gesto che non ha certo il sapore

di un vero e fraterno calore.

Infilo il mio cappotto e scendo in strada

in tutta fretta.

Tra le mani ho qualcosa per te…

qualche moneta e una coperta nuova.

Auguri ti sussurro pian piano mentre tu,

dolcemente mi stringi la mano.

Non serve dire grazie, non serve dire niente…

per un attimo ti senti meno solo

anche in mezzo a tanta gente.


©Daniela Costantini


 


INDICE POESIE