Caro Natale

 

Caro Natale,

attenderti rende più dolce il mio tempo.

Nell’alto scaffale la scatola colma

di festoni e statuine di cartapesta

aspetta di essere aperta.

Solleverò il suo coperchio

e ascolterò gli echi del Natale

che appartengono al passato.

Aggiungerò lunghi fili d’argento

ai rami dell’abete…

saranno dolci pensieri

per coloro che amo.

Caro Natale, amico caro al mio cuore,

tra quei fili d’argento

ce n’è uno speciale per te;

è diverso dagli altri,

ha tanti piccoli nodi

perché fin da quando ero bambina,

ogni anno

annodo un nuovo pezzettino di filo

per sentire il Natale dell’anno prima sempre vicino.

Se sfioro quei piccoli nodi

il passato raggiunge il presente

e d’incanto vedo sorgere un ponte

dove passeggia la mia fantasia.

Da quel ponte dipingerò il cielo di blu,

spargerò stelle d’argento

per rischiarare il volo

della tua slitta nel cielo.

Resterò a guardarti

con l’incanto di sempre;

stringerò tra le dita

un pezzettino di filo…

e lo annoderò.

 

© Daniela Costantini