La gabbia vuota

 


 

 

Gabbia vuota è il mio cuore

che porta ormai dentro sé

soltanto ricordi scoloriti dal tempo

e colorati di nostalgia.

In lui percepivo

il battito d’ali della fantasia,

il gorgheggio di attimi di felicità,

il chiacchiericcio sommesso di parole d’amore.

Attonita,

ascolto la voce del nulla.

Non c’è più meraviglia

nel volo dei miei pensieri,

nessun battito d’ali lo scuote,

mai più una parola d’amore

l’ha reso felice.

E’ soltanto un nido rimasto vuoto.

Crudele vita…

A volte

non m’accorgo neppure di viverla

ma poi precipito di nuovo nel sogno.

Sogno o desiderio non so…

ma vorrei vedere

un tramonto dorato sul mare

e uno squarcio di luna che s’affaccia

tra i lembi di cielo coperti di stelle.

Soltanto per un attimo

vorrei sentire il bacio della vita sulla pelle.

Vorrei raccogliere ad uno ad uno

tutti i miei sogni

per colmare questa gabbia abbandonata

dove aleggia il silenzio.

Vorrei non sentire il brivido gelido

del tempo che va…

 

  

 

©Daniela Costantini

 

 

 

Indice Poesie

 


NI