MADRE MIA TI GUARDO

 

Mamma,

sei immersa nei tuoi pensieri;

ti guardo e ti vedo bella

come quando ero bambina.

Gli anni non son riusciti a scalfire

la tua bellezza intrisa di dolcezza.

Per un attimo vorrei

penetrare nell’infinità dei tuoi pensieri,

abbracciarti e fondermi con te

nel sogno di allontanare ciò che t’affligge.

Nelle tue parole c’è un suono dolce e antico,

sono la musica che fa danzare la mia vita

e seguendo i tuoi passi trovo il coraggio

di avventurarmi anche per impervi sentieri.

Sei come un grande albero dai rami tenaci

e il tuo segreto è proprio questa forza

che ti ha fatto abbattere insormontabili barriere.

Ti vedo sospirare

e una lacrima preme nei tuoi occhi…

ma non ti importa nulla.

Dimentichi te stessa come sempre

pur di  abbracciare ancora la mia vita

e continui a cullarmi nei tuoi pensieri

colmi di una tenerezza che sempre si rinnova.

 

 

MIA DOLCE MAMMA

 

Mamma... t'ho racchiuso

in una preghiera semplice e dolce come te.

Sommesse salgono al Cielo

le mie parole

immerse nelle mie lacrime

che hanno il sapore dell'eternità.

Sono scintille d'amore

che mi salgono dal cuore

inondando te, mia dolce mamma.

Sei circondata dall'amore di Gesù

che tanto ti ama

perché prima di me

ti ha amato.

Ti colmi di grazia il suo amorevole sguardo

Ti sollevi dal dolore

ora che sei nella Prova...

ora che anche tu hai impresse nel tuo corpo

le piaghe della Croce.

 

  

 

HO PREGATO...

 

Ho pregato

per oltrepassare la linea del silenzio,

il confine dove le parole

si trasformano in preghiera.

Soffici pareti di vento

fanno eco al mio sommesso canto

e impalpabili sono le carezze

che sfiorano l'anima mia colma di amarezze.

 

 

© Daniela Costantini

 

 

Indice Poesie