Uno spicchio di luna

illumina un lembo di cielo.

Stancamente appoggiata

alla ringhiera del balcone

penso ai miei giorni intessuti di nodi di noia

e ai momenti di poca convinta allegria

che li fanno trascorrere tutti uguali.

Per farmi compagnia

sussurro piano

i versi di una vecchia canzone,

con una cadenza lieve,

immersa nel mio mare fatto di poesia.

Tra i miei versi navigo sempre sicura

al riparo delle tempeste del mondo.

Così ricamo le stelle con i miei sogni

e per farli salire fino alla luna

accarezzo il cielo

con il mio sguardo innamorato

della quiete nata intorno a me.

Sotto l’argento della luna

penso al mio mondo pieno di incanto

e ascolto il suono del mio delizioso canto…

La mia nenia lenta è un canto d’amore;

sale lentamente dal cuore verso il cielo blu

accanto alla luna e alle stelle.

Per una strana magia

diventa una dolce ninna nanna

e nella curva argentata della luna amica

s’addormentano le stelle.

 

 

 

 

 

 

©Daniela Costantini

 

.