Cara Mamma,

se ti siedi accanto a me,

ti farò ascoltare come ho bene imparato

tutto quello che da bimba mi hai insegnato.

Era un giorno lontano,

ma ricordo che tu prendesti fra le tue mani

tutti i colori del mondo,

ed anche la luce dell’alba e del tramonto

ed iniziasti a fantasticare.

Con il verde di quel prato

coloravi di speranza

le sorprese del mio futuro.

Con il colore e lo splendore del sole

dipingevi il mio sorriso

sempre pronto ad illuminarmi il viso.

Quel cielo azzurro poi,

serviva per inventare la limpidezza serena

dei miei occhi.

La luce dell’aurora la usasti in abbondanza

per insegnarmi a salutare

i nuovi giorni sempre da inventare.

Per terminare ecco un tocco da maestra…

prendesti tutti i colori del tramonto

e li mettesti nelle mie mani,

potevano servirmi per costruire il mio domani.

Mi dicesti: “Piccina mia,

ora ho disegnato il tuo mondo

e l’ho colorato per te

con l’amore più infinito che potevo”.

Risposi: “Grazie Mammina,

ora sono ancora piccolina,

ma il grande dipinto che mi hai dedicato

diventerà un quadro d’autore

perché l’hai firmato con tutto il tuo amore!”

 

 

~ ~ ~

 

 

 © Daniela Costantini

 

          

 

Menu Poesie

 

Home