Preliminari

 

Se è possibile, predisporre uno spazio in casa adatto per meditazione

e trattamenti di Reiki.

Creare un’atmosfera di sicurezza con luce soffusa in un locale ben aerato e una musica che favorisca il rilassamento.

Positivo l’utilizzo di bastoncini di incenso, qualche cristallo (es. ametista) o magari due ciotole con sale e acqua, una candela bianca o quanto altro la vostra sensibilità vi suggerisce per creare un ambiente adatto.

Lavare le mani prima e dopo l’applicazione.

Far togliere alla persona da trattare occhiali, cinture, scarpe, gioielli o eventuali capi di vestiario stretti o scomodi.

Sia l’operatore Reiki che la persona da trattare evitino di indossare orologi o metalli ed evitino di incrociare gambe e braccia.

Mettere se stessi e la persona da trattare a proprio agio. Per il trattamento può essere utilizzato un tavolo da massaggio, un letto, un divano o un materassino a terra. Tenere a portata di mano dei cuscini da disporre eventualmente sotto le ginocchia o sotto la schiena

e una coperta per coprire la persona in caso di necessità.

 

E’ bene sapere la ragione per cui la persona ha deciso di ricevere Reiki ed  eventuali malattie o operazioni avute.

E’ bene per entrambi creare un’atmosfera di dialogo in questo senso, anche se – e questo va detto per inciso – questo non significa emettere diagnosi: ricordiamoci che l’attivazione del canale Reiki non fa di noi dei medici, inoltre il Reiki non ha bisogno di un  nostro ego per funzionare: l’energia si muove comunque indipendentemente dalla nostra volontà:

noi siamo solo dei canali-trasmettitori.

 

Ricordiamoci che il Reiki è un energia di amore incondizionato e quindi prima di iniziare un trattamento bisogna provvedere sempre alla centratura sul cuore. Durante il trattamento le dita delle mani vanno tenute unite perché le dita aperte disperdono l’energia.

 

Quando si da’ Reiki ad una persona per la prima volta è consigliabile eseguire un trattamento completo per tre o quattro giorni consecutivi poi si potrà decidere a che intervallo proseguire gli incontri.

In caso di ustioni, se la persona non si può toccare direttamente, le mani vanno tenute a qualche centimetro di distanza. La posizione su ogni singolo chakra  va mantenuta di solito per tre-cinque minuti.

 

 

 

 

 

 

 

http://until_then.tripod.com