main image

divider

 

 

Avevo sedici anni,

cantavo all’amore con la mia chitarra

dalle morbide corde.

Suonavo semplicemente,

cantavo mettendoci il cuore,

cantavo l’amore che non conoscevo

cantavo la vita che sognavo.

Cantavo per dare il mio buongiorno alla vita

al sole che splendeva dentro di me

e che si rifletteva nel mio sorriso.

Quante canzoni ho cantato

con i miei sedici anni nel cuore!

Volavano alti i pensieri…

oltrepassavano l’orizzonte

e s' immergevano negli abissi del mare.

Era un canto al futuro…

i miei pensieri cercavano me.

Sapevo come accendere la notte

col mio canto,

avevo i miei misteriosi pensieri

fatti di luce di sogno…

creati dal niente.

Nelle serate di quiete

sognavo il giorno

in cui tutto quel mio vivere

sarebbe diventato ricordo;

a quando avrei intonato

il mio vecchio canto

a un bambino, a una bambina, chissà…

La tenerezza dei miei sedici anni

la porto ancora nel cuore,

intatti come allora,

coperti dalla polvere del tempo

ma ardenti come braci...

e nei miei occhi

brillano le luci di orizzonti lontani

e s’inabissano nel mare i miei sogni.

 

divider 

©Daniela Costantini

 

divider

 

 

Dedicata a una persona molto speciale

che ha il dono di farmi ricordare tempi felici della mia

 giovinezza mantenendo così intatta in me la dolcezza

 dei  miei sedici anni... nel cuore...

Ero a scuola, avevo conosciuto Giovanna Marini, era la mia

professoressa di musica e a lei le devo il ricordo di

 momenti sereni

Con affetto

Daniela

 

 


 

divider