Ti incontrai...

 


 

 

Ti incontrai in una sera d’autunno.

Pioveva e non c’erano stelle.

Una sera qualunque

tra gente qualunque

e tra discorsi vuoti e distratti.

Eppure una strana inquietudine

invase l’aria della stanza

quando la tua voce tuonò

come eco nascente da alte montagne.

Provai un brivido

perché pensai che era una voce

che avevo forse sentito in un sogno,

forse in ricordi perduti nel tempo…

si unì sogno e realtà.

Vidi occhi che brillavano

col riflesso di albe e tramonti lontani.

una luce mi illuminò

come il sole del mattino.

era l’alba più lucente e più chiara

e stava sorgendo per me,

per la mia nuova futura realtà.

Mi tuffai in quella sorgente di luce

e mi accoccolai in quegli occhi di foglia,

piegandomi a quella carezza

che m’aveva sfiorato l’anima e il cuore.

 

 ©Daniela Costantini

  

 


 

 




 

 

  Indice Poesie